Pandoro per cani

Il Natale non è Natale senza panettone e pandoro – a proposito, conosci la storia di entrambi? Eccola, dal sito www.soniaperonaci.it – e dal mio punto di vista non è Natale senza i miei cani attorno. Ho quindi pensato di coinvolgerli alla grande con una serie di ricette tipiche rivisitate e dedicate interamente a loro: i CANapè, i biscotti di Natale, quelli al mandarino, i CAN di zenzero e i CANederli, i candy cane e infine questo CANdoro. Ovvero il pandoro per cani. 

Sembra un vero e proprio pandoro in miniatura, con farina integrale e le sue belle fibre e una bella dose di vitaminico miele. Io (giacché fai trenta, fai anche trentuno) ho decorato il pandoro per cani con una glassa, ovvero semplicissimo yogurt. Non è una meraviglia? Dai, coccola ancor di più il tuo cane e rendi anche il suo Natale indimenticabile!

Pandoro per cani
Ph: Ilaria Giovanna Doniselli
Shooting in Sonia Factory di Sonia Peronaci

Pandoro per cani: ingredienti per 10 candori

  • farina integrale 270 g
  • farina 00 270 g
  • acqua 410 g (350 g subito, 60 g eventualmente da tenere da parte)
  • miele d’acacia 50 g
  • olio extravergine di oliva 40 g
  • lievito di birra fresco 15 g
  • arance la scorza di 1

Per le glasse

  • yogurt greco 0% a piacere
  • acqua q.b.
  • polvere di carruba a piacere
  • yogurt greco 0% a piacere
  • acqua q.b.

Procedimento

Anche il pandoro per cani necessita di lievitazione, certo meno difficile da eseguire. A mano in una citola – e con molta pazienza e olio di gomito – oppure in una planetaria munita di gancio, unisci le farine e il lievito di birra sbriciolato. Versa ora 350 g di acqua leggermente intiepidita, il miele e aggiungi la scorza d’arancia grattugiata, quindi aziona la planetaria per una decina di minuti.

A circa metà tempo aggiungi l’olio versandolo a filo e, se e solo se l’impasto dovesse risultarti molto duro, i restanti 60 g di acqua sempre intiepidita leggermente. Trasferisci tutto sul piano di lavoro e ottieni una bella sfera: ponila in una ciotola unta con un po’ di olio extravergine di oliva e ponila, coperta con pellicola trasparente, a lievitare per 90 minuti circa. L’ideale sarebbe in forno spento con luce di cortesia accesa.

Ungi per bene gli stampini per pandoro, in alluminio sono molto più comodi a mio parere, e riempi ciascuno fino a 3/4 con l’impasto lievitato. Preriscalda il forno statico a 175° per 15-20 minuti: dovranno dorarsi leggermente e prima di sfornarli farei la prova stecchino per verificarne la perfetta cottura interna.

Lasciali raffreddare completamente prima di estrarli dagli stampi.

Decorazione

Prepara le due glasse per la decorazione, entrambe a base di yogurt. In una ciotolina lavora lo yogurt greco con un po’ di acqua per renderlo molto fluido ma ancora corposo. Per l’altra glassa, invece, sciogli un po’ di farina di carruba nell’acqua e versa tutto nello yogurt. Hai una glassa bianca che sembra ghiaccia di zucchero, e un’altra che sembra cioccolato. Versa ora le due glasse a scelta sui candori e spolverizza se vuoi con un pizzico di cannella. Il pandoro per cani è pronto!

Conservazione

Il pandoro per cani può conservarsi anche per 8-10 giorni in frigorifero, se ben cotto e chiuso ermeticamente in un contenitore. Puoi anche congelarlo, previa cottura e privo di glassa.

Buoni perché

  • Dal punto di vista nutrizionale non sono ricchissimi ma per Natale si può fare uno strappo alla regola!
  • Ottimi per sapore e consistenza, pur non contenendo: burro, conservanti, latte o zuccheri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close